Login   |   Registrati
Indietro

Materia Prima Festival

il corpo ibrido, abitato, migrante e in mutamento al centro dell’XI edizione

Festival/Eventi
Luogo
Teatro Cantiere Florida e altri spazi della città
Firenze (FI)
Quando
Dal 28/02/2024 al 05/04/2024
Genere
Danza

Materia Prima Festival – il corpo ibrido, abitato, migrante e in mutamento al centro dell’XI edizione

Sarà il corpo – ibrido, abitato, migrante, vivo, dolente, in mutamento – il protagonista dell’11/ma edizione di Materia Prima Festival, l’evento dedicato al panorama teatrale e performativo contemporaneo che ogni anno porta a Firenze spettacoli pluripremiati, nuove produzioni, maestri della scena e giovani emergenti, a cura di compagnia Murmuris. Dal 28 febbraio al 5 aprile al Teatro Cantiere Florida e in altri spazi della città un calendario di appuntamenti rivolto a tutte le fasce di spettatori per sensibilizzare il pubblico ai linguaggi del palcoscenico e alimentare la relazione tra teatro e comunità. Fra i nomi in cartellone Motus, compagnia del carcere di Sollicciano, i collettivi multidisciplinari ZimmerFrei e AdA, gli interpreti Premio Ubu Silvia Calderoni e Alberto Boubakar Malanchino, la drammaturga associata al Lincoln Center Directors Lab del Met di New York Fabiana Iacozzilli e l’enfant prodige del palcoscenico Niccolò Fettarappa. Materia Prima è possibile grazie al sostegno e al contributo di Mic - Ministero della Cultura, Regione Toscana, Comune di Firenze, Fondazione CR Firenze, Unicoop Firenze

Oltre un mese di spettacoli selezionati tra quelli che più stanno alimentando il dibattito sulle scene contemporanee. Alcuni titoli: “Frankenstein (a love story)”, in prima toscana l’ultimo lavoro dell’iconica formazione Motus, tre volte premi Ubu, con il ritorno sul palcoscenico accanto a Silvia Calderoni del cofondatore Enrico Casagrande (28 febbraio); “Sid” lavoro vincitore agli In-box 2023 che è valso al protagonista Alberto Boubakar Malanchino l’Ubu nella categoria Miglior attore under 35 (8 marzo); “Il grande vuoto”, sempre in prima toscana un toccante eppure leggerissimo spaccato sull’Alzheimer firmato Fabiana Iacozzilli, autrice applaudita nei festival di tutto il mondo, con Giusi Merli nel ruolo principale (16 marzo); “Forse una città / Mirages”, in prima assoluta la performance multimediale sulle variabili dell’abitare di collettivo AdA, fondato dalla visual artist e regista Loredana Antonelli (21 marzo); “De los muertos / I nostri morti”, riflessione sui legami che intrecciano i vivi e i non più vivi di collettivo ZimmerFrei in un allestimento site specific (22 e 23 marzo); “Solo quando lavoro sono felice”, caustica parodia della sempre più soffocante presenza del lavoro nelle nostre vite, di e con l’astro nascente del teatro off Niccolò Fettarappa Sandri (5 aprile

 

 Sguardo aperto sulle produzioni più interessanti a livello nazionale ma anche grande attenzione ai progetti sul territorio. Da qui la partecipazione al festival di Compagnia di Sollicciano – laboratorio guidato da Elisa Taddei con attori detenuti nato all'interno della casa circondariale di Firenze – con la proiezione del documentario “Essere o non essere, Amleto” (2 aprile), e di Andrea Macaluso, fondatore dello spazio culturale Il Lavoratorio, che interpreterà la “Batracomiomachia” per parlare dell’oggi come solo i classici sanno fare, tra gli echi epici della grecità e il ritmo della traduzione in endecasillabi di Giacomo Leopardi (2 e 3 marzo). Da non perdere poi “Le case del malcontento”, produzione Murmuris / Atto Due dall’omonimo romanzo di Sacha Naspini – scrittore maremmano tradotto in 26 paesi e pubblicato in Italia da Edizioni E/O, qui anche nel ruolo di supervisore alla drammaturgia (26 e 27 marzo).

 

Murmuris si occupa di promozione del contemporaneo attraverso progetti, laboratori, spettacoli, eventi e festival. Tema fondante della sua identità è il continuo confronto tra i diversi linguaggi dello spettacolo dal vivo e l’indagine del rapporto fra scena e spettatore. Nella convinzione del ruolo pubblico del teatro in termini di sviluppo civico, di partecipazione e di rinnovamento sociale, Murmuris organizza appuntamenti mirati alla formazione di spettatori consapevoli, per ricostituire il rapporto tra palcoscenico e comunità, con lo stesso impegno con cui porta avanti la ricerca di lavori teatrali di qualità per proporre un cartellone sempre originale e di valore. Parallelamente alla attività creative e produttive, Murmuris si occupa di organizzazione: dal 2007 al 2013 cura la direzione artistica e organizzativa del Teatro Everest di Firenze, per diventare dal 2013, sempre a Firenze, parte della multiresidenza creativa del Teatro Cantiere Florida, insieme a Elsinor Centro di Produzione Teatrale e Versiliadanza.

 

Materia Prima è in collaborazione conInbox,Firenze dei Teatri,Bando Toscana Terra Accogliente, Rat - Residenze Artistiche Toscane,Quadrato - Ecosistema teatrale.Nell’ambito della Multiresidenza Creativa Flowinsieme a Elsinor - Centro di Produzione Teatrale e Versiliadanza.



Contatti

Infoline: 329 9160071

Sito web: www.materiaprimafestival.com



Ti potrebbe anche interessare:

L'arte dello spettatore

L'arte dello spettatore

VERTIGINE la stagione di danza contemporanea di Roma

VERTIGINE la stagione di danza contemporanea di Roma

Danza a Km0 2024

Danza a Km0 2024

Primavera a Teatro

Primavera a Teatro