Login   |   Registrati
Indietro

Michele Mastroianni

Michele Mastroianni è danzatore, giovane coreografo e produttore. Formatosi tra Italia (Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera) e Olanda (Rotterdam Dance Academy) ha iniziato la sua carriera da professionista all’interno del progetto di post-graduation course presso l’Istitut del Teatre de Barcelona in qualità di danzatore della giovane compagnia IT-Dansa. Matura successive esperienze professionali presso il Tanz Theater Osnabruck e la compagnia Gelabert-Azzapardi di Barcellona danzando la piecè Belmonte del catalano Cesc Gelabert. 
Dal 2007 crea il suo primo lavoro coreografico After the Sunrise before the Sunset per 5 danzatori a Barcellona per la giovane compagnia e nel 2010 il suo primo “solo” dal titolo I Love 10 minutes with You presentato all’interno del Festival Olandese Solo@the Sea organizzato dal Dutch Don’t Dance Division dell’Aia. Nel 2011 rientra in Italia per creare il suo progetto Michele Mastroianni Dance e lavora all’ideazione e alla realizzazione di A Wall Door, lavoro coreografico multidisciplinare prodotto per il Festival di Bolzano Danza da Avvertenze Generali. Tra il 2012 ed il 2013 stringe una forte collaborazione con l’artista milanese Paolo Scirpa, Maestro del neon Italiano (anni 70, Milano). Mastroianni ispirato dalle opere i Ludoscopi, crea alcuni interventi coreografici caratterizzati da sensibili interazioni con le opere “ludoscopiali” di Paolo Scirpa pubblicate da Luces per la Maggioli Editore, Milano, nella raccolta Light Art Italy 2013.  
Un altro grande incontro segna la strada artistica di Mastroianni: è la conoscenza del Maestro e compositore Ezio Bosso, torinese, residente a Londra. Sono questi due Maestri, che collaborando insieme a lui, lo porteranno a creare nel Maggio 2014 il percorso-performance Fotosintesi, un amore incondizionato, presentato per la Galleria Nazionale d’arte moderna e contemporanea di Roma.
Michele Mastroianni decide di volgere il suo sguardo al mondo della chimica, al micro-cosmo che regola il mondo in cui viviamo. Da Primo Levi, Storia di un atomo di Carbonio (Il Sistema Periodico, 1975) trae insegnamenti e ispirazione per creare il The Hexagon Project, di cui è anche produttore. Lo spettacolo ed il progetto ricevono il patrocinio della Presidenza del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e la collaborazione dell’Istituto di Inquinamento (CNR) e del Progetto Energy + (CNR) per il rilevamento delle emissioni di CO2 durante l’evento-performance.

Torna alla Redazione