Login   |   Registrati
Indietro

Nasce aida danza community, l’hub a 360° composto da icone della “scala”,

News
Quando
28/04/2022
Genere
News
All’interno dell’ex spazio Venditti una casa per tutti i professionisti, 
dall'insegnamento, alla formazione professionale e alla produzione
 

Nasce oggi Aida Danza Community - da un’idea dell’icona della danza milanese Marisa Caprara, presidente e fondatrice di questa “casa” capace di raccogliere, in un unico nucleo, le tre realtà della galassia A.i.d.a.

La presentazione questa mattina nella nuova sede in via Mestre a Milano, all’interno dello storico Spazio Venditti ora ristrutturato che ospitava la scuola di danza del maestro. Presenti anche istituzioni lombarde come Manuela Giaretta (Regione Lombardia, Direttore centrale Bilancio e Finanza), Stefano Bolognini (Regione Lombardia, Assessore Sviluppo e Giovani), Stefano Bruno Galli (Regione Lombardia, Ass. Autonomia e Cultura), Filippo Rossi - Comune di milano, Ass. Politiche Giovanili e Centri aggregativi

Un luogo di élite che si avvale della collaborazione di stelle del panorama coreutico come l’ex primo ballerino Biagio Tambone, il Direttore del Corpo di Ballo del Teatro alla Scala Frédéric Olivieri e ancora Damiano Artale, Lara Bogni, Francesco Ventriglia, Attila J. Csiki, Stefania Ballone, Alessio Di Stefano, Fabrizio Coppo.

AIDA Danza Community accorpa una straordinaria tradizione lunga 27 anni, ora le realtà coreutiche nate in seno ad A.I.D.A - Associazione Insegnanti Danza Accademica diplomati alla Scala di Milano - hanno messo a punto un nuovo pionieristico e inedito progetto, dunque composto da 

- A.I.D.A - Scuola di formazione docenti secondo il Programma Didattico elaborato sulla base di quello adottato dalla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala. Si avvale della supervisione straordinaria del Maestro Frédéric Olivieri, Direttore del Corpo di Ballo Teatro alla Scala, in qualità di Presidente Onorario. 

- CFA - Centro formazione allievi, nato a Milano nel 2008, un esempio virtuoso di studio, una didattica di livello, che possa accompagnare allievi selezionati al professionismo. Vanta la prestigiosa collaborazione artistica di Biagio Tambone, Coreografo ufficiale e Docente Guest della Scuola. Il forte, duraturo ed esclusivo legame con la Scuola di Ballo del Teatro alla Scala, inoltre, garantisce al CFA la possibilità di ospitare nella propria sede i docenti dell’Accademia Scaligera, offrendo ai propri allievi l’opportunità e il privilegio di partecipare a periodici Seminari di Alta Formazione loro riservati.

Dal 3 all’8 maggio il CENTRO FORMAZIONE sarà partner della MILANO BEAUTY WEEK. La scuola collaborerà con la direzione artistica per ideare la serata inaugurale, in cui i ballerini saranno impegnati in performance inedite, presso lo storico Palazzo Giureconsulti.

- JUNIOR BALLET- un centro che sviluppa la sua attività in due ambiti distinti, ma in relazione profonda tra loro: il perfezionamento formativo da un lato e la produzione coreografica dall’altro. Il percorso formativo si rivolge a danzatori diplomati di età compresa fra i 18 e i 25 anni che intendano approfondire e ampliare le loro competenze tecniche e artistiche per prepararsi in modo completo e strutturato all’ingresso nel mondo del lavoro. La JB rappresenta una vera e propria fucina di produzioni coreografiche di grande impatto, che spaziano dal repertorio classico al neoclassico, dal contemporaneo alla creazione di inediti firmati dai più importanti coreografi del panorama coreutico nazionale e internazionale, come Biagio Tambone, Damiano Artale, Lara Bogni, Francesco Ventriglia, Attila J. Csiki, Stefania Ballone, Alessio Di Stefano, Fabrizio Coppo.

“AIDA DANZA COMMUNITY è un sogno che si realizza e rappresenta il logico coronamento di un percorso iniziato 27 anni fa – dichiara il presidente Marisa Caprara -. Si tratta di un progetto che ci parla di danza in tutte le sue dimensioni. Una storia ricca di protagonisti diversi e di molteplici ambiti d’interesse, che ha portato alla nascita e crescita di tre realtà distinte ma profondamente connesse tra loro. Un unico grande contenitore che sancisca in modo evidente il legame comune e la completezza delle attività che si raccolgono sotto questo nome. ADC vuole diventare un punto di riferimento per le diverse figure professionali del mondo coreutico, in cui si possa fruire della danza a 360° e trovare la risposta alle proprie esigenze.

APPROFONDIMENTO 1
“Un viaggio iniziato 27 anni fa”, di Marisa Caprara

L’idea di ADC nasce dalla volontà di creare un luogo dove vivere la danza in tutte le sue forme, in cui allievi, ballerini e insegnanti possano coesistere ed evolversi nel loro percorso professionale. 

ADC vuole essere una nuova dimora dedicata alla danza, all'insegnamento, alla formazione professionale e alla produzione, in cui gli utenti possano facilmente percepire l'identità comune delle realtà presenti e selezionare quella che più si addice ai loro interessi.

Tre realtà distinte, ma fortemente connesse tra loro, che con ADC puntano ad ampliare la loro platea di utenza, rendendo più fruibile la variegata offerta proposta. L’Associazione A.I.D.A., nata nel 1995, rappresenta il punto di partenza di questo straordinario mondo e dei suoi protagonisti, mondo che con ADC vogliamo valorizzare ancora di più. 

Ripercorrendo le tappe di questo percorso evolutivo, non posso non evidenziare lo spirito che ci ha guidato sin dai primi passi: da insegnante della scuola privata amatoriale ho sempre cercato di perseguire la qualità, impegnandomi per offrire una didattica che guidasse gli allievi ad un buon livello tecnico, chiedendo loro ordine, disciplina e dedizione.  Come presidente A.I.D.A. ho fatto della formazione degli insegnanti la mission dell’associazione, offrendo corsi di formazione annuali e corsi di aggiornamento periodici aperti a chiunque voglia intraprendere la professione dell’insegnante in maniera seria e strutturata. Grazie al lavoro svolto in più di vent’anni, A.I.D.A. è oggi garanzia di qualità e serietà nello scenario nazionale dell’insegnamento della danza classico-accademica.

La nascita del Centro di Formazione AIDA, nel 2008, è stata l’evoluzione naturale di questo percorso. Da queste premesse e, soprattutto, dalla collaborazione con due grandi maestri, nonché amici, Manuela Ceretti e Biagio Tambone, è nato il Centro di Formazione AIDA; condividere con loro questo progetto, lavorare ogni giorno insieme per i nostri allievi è una delle più grandi soddisfazioni professionali della mia carriera.

Il CFA rappresenta oggi un’alternativa di altissimo livello nel panorama della formazione classica professionale. L’obiettivo primario di tutti i docenti è quello di formare danzatori eclettici. Gli allievi che escono dal CFA sono prima di tutto ballerini classici, con una buona tecnica e un elevato senso artistico, ma sono anche in grado di confrontarsi egregiamente e senza problemi con il repertorio neoclassico e contemporaneo. Penso che la differenza con le altre scuole professionali sia proprio questa: ad una solida base classica il CFA affianca una forte preparazione contemporanea. Numerosi diplomati CFA sono oggi impegnati in compagnie professionali di livello europeo, dal Balletto di Milano alla Delattre Dance Company, dal Theater Dortmund, al Balletto di Toscana fino al Finnish National Ballet. Molti altri sono stati ammessi in importanti accademie italiane e non, come la Scuola di Ballo del Teatro alla Scala, con la quale manteniamo costantemente un filo diretto e una forte collaborazione, la Scuola del Teatro dell’Opera di Roma, la Bolshoi Ballet Academy. 

In un contesto lavorativo complesso come il nostro, la soddisfazione più grande è vedere che, una volta usciti dal CFA, i nostri allievi lavorano e sono in grado di affrontare le sfide professionali in modo soddisfacente.

Il Junior Ballet rappresenta la prosecuzione del percorso formativo del CFA e offre a danzatori diplomati la possibilità di perfezionare la preparazione tecnica e artistica, sperimentando un primo approccio al mondo del lavoro. Il JB rappresenta un vero e proprio tirocinio, in cui i danzatori vengono coinvolti in produzioni inedite o di repertorio, portando in scena piccole performance o veri e propri spettacoli, guidati dai coreografi residenti o professionisti di livello nazionale ed internazionale.  Il JB si pone come officina di nuove produzioni, che vengono messe a disposizione per eventi di committenti esterni, rassegne, galà, o che diventano protagoniste di spettacoli periodicamente organizzati nei teatri nazionali più importanti.
 
Luana Luciani